IL MUSEO DEL FALSO E DELL’INGANNO: IL FALSEUM DI BIELLA

E’ all’interno della magnifica cornice del Castello di Verrone, in provincia di Biella, nell’ala sud-est che si trova un museo particolare: il Falseum, il Museo del Falso e dell’Inganno.

museo del falso

Un museo che, visti i tempi che viviamo dove le “bufale” sono ovunque, ha deciso di mettere in “mostra” le falsità e gli inganni che hanno fatto la storia.

“Il museo del falso è un viaggio divertente, utile ed istruttivo nel mondo della bugia umana e racconta di come l’uomo, con il falso, abbia cambiato il corso della storia”.

dal sito web del falseum

Una citazione, questa, che ci incuriosisce molto: ma perché quanti sono i falsi storici?

Certo, qualcuno è noto: basti pensare allo ius primae noctis dove il diritto della prima notte spettava al signore feudale. Ma in realtà era la tassa che veniva versata allo stesso signore per concedere le nozze ai servi della gleba. Oppure a Magellano che compì il giro del globo ma che in realtà morì nel 1521 e fu il suo vice Juan Sebastién Elcano a farlo.

Legende, queste, che ormai durano nel tempo e che sono per tutti vere.

La visita al museo del falso

La visita a questo museo vuol dire scoprire e conoscere quali sono stati (e quali sono) i falsi: dalla storia, alla scienza, dalla fotografia, ai libri, ai giornali.

Un percorso multimediale attraverso 8 sale a tema, con una guida specializzata che ci accompagnerà in un viaggio particolare interagendo con le postazioni installate. Un’ultima sala, Pinocchio, ospita invece mostre temporanee tematiche (legate sempre ai falsi) attraverso l’uso di touch screen.

Le attività proposte dal Falseum sono destinate a grandi e piccoli. Disponibili anche percorsi per scolaresche, che propongono temi didattici in base all’età degli studenti.

Il Museo nasce con la volontà di mettere in risalto quanto il falso sia attuale nella vita di tutti, bambini e ragazzi compresi. Aiuta la riflessione sulle fonti dei testi studiati a scuola, e promuove un corretto utilizzo degli strumenti multimediali. L’idea è di offrire ai giovani gli spunti utili per poter osservare e comprendere il mondo da un’altra prospettiva”.

dal sito web del falseum

Proteggerci, oggi, dalle fake news o dalle centinaia di immagini “ritoccate” che circolano in rete, è diventato più che mai necessario.

Questo Museo ci stimola a ragionare, ad analizzare e riconoscere il falso. Ovunque esso sia!

Per informazioni sugli orari di apertura e i costi, leggi qui.

Veruska, per gli amici Veryna. Viaggiatrice, sognatrice, boardgamer, grande lettrice, animatrice ed anche attrice (amatoriale). Ma soprattutto agente di viaggio. Il tempo non mi basta mai per seguire le passioni, ma lo sfrutto al meglio con generosit?, voglia di fare e tanto tanto sorriso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.