PARTIRE: COME CI SI PREPARA AD UN VIAGGIO?

Partire ?è il verbo che ci cambia lo stato d’animo e che ci permette di metterci in viaggio per un breve o lungo periodo. Che sia per relax o per scoprire nuovi luoghi, partire ci rende felici!

partire

Partire: “Iniziare un movimento di allontanamento; mettersi in viaggio”

E per quanto si voglia cercare di programmare al meglio il nostro viaggio, e per quanto cerchiamo di farlo con largo anticipo, c’è sempre qualcosa che ci sfugge e nella maggior parte delle volte ci ritroviamo all’ultimo minuto con la testa in piena confusione.

Ma cosa ci manda veramente in confusione?

Posso assicurarvi che non è per la valigia perché farla, anche la sera prima, ci regala quella sensazione di benessere e di euforia che solo il viaggio sa dare.

E allora cosa?

Tutto quello che succede dopo aver prenotato un viaggio…

Non ho capito…

Dopo aver prenotato un viaggio, oltre alla felicità di esser riusciti a farlo (forse per quella meta che sognavate da anni), c’è un altro stato d’animo che pervade e che talvolta ci accompagna fino alla partenza: l’ansia (quella buona ovviamente!). E’ l’ansia di quei momenti dove i pensieri cominciano ad affollare la nostra mente e che ci danno informazioni continue. Informazioni che non riusciamo a riordinare, o che forse non possiamo riordinare perché presi da altro, e che mandano in tilt il nostro cervello. Ed ecco che arriva, così, la sera prima…

Ed ecco allora qualche informazione di base per una buona preparazione al viaggio, dopo aver scelto la nostra meta:

Partire: la guida turistica

Comprare una guida turistica: forse non la prima cosa in assoluto da fare ma sicuramente tra le prime. Questa può aiutarvi ad entrare subito nella destinazione e a conoscerla un po’ di più. Indicazioni sul cosa fare, cosa vedere, cosa comprare o per avere una serie di altre informazioni una volta sul posto. La guida può cambiarvi la vacanza, si può leggere quando volete e dove volete, anche in aeroporto o sull’aereo.

partire
Kyoto, Giappone: la guida si legge ovunque, anche in bicicletta

Informazioni Utili:

Prendere informazioni utili e pratiche sulla destinazione: conoscere i riferimenti per emergenze è sempre buono e ci fa stare più tranquilli, soprattutto se si viaggia con bambini: informazioni mediche, orari di attività e banche, indirizzi utili, moneta e cambio, telefonia, mezzi pubblici, sicurezza; informazioni che si possono anche reperire sulla guida: mettiamo un segnalibro e saranno facilmente consultabili.

Informazioni sulla Lingua:

Viaggiare non deve spaventarci se non conosciamo una lingua; parte di un’esperienza di viaggio è condividere le sensazioni delle persone locali ed entrare nel loro “mondo” e a volte non serve la parola per entrare in contatto: gesti ed emozioni ci aiutano a comunicare e a vivere grandi momenti. L’ostacolo della lingua, all’inizio, si può superare cercando di imparare qualche termine che possa aiutarci in caso specifico: come chiedere un prezzo, un indirizzo oppure fare un saluto, un ringraziamento, una scusa. Pochi termini validi ed efficaci per sentirsi a nostro agio.

Partire: la lista di Viaggio:

Create un vero e proprio vademecum su quello che volete portare. Una lista sempre a portata di mano e che, giorno per giorno, vi aiuterà a creare la vostra “valigia” o ad organizzarvi sulle cose da fare: App utili da scaricare se siete social, ricordare apparecchiature (macchinetta fotografica, caricabatteria etc), beni di prima necessità (articoli per il bagno, indumenti intimi e vestiti di stagione), medicine, accessori (cinte, borse, articoli per barba e/o capelli etc).

Documenti di Viaggio:

La prima cosa da fare in genere prima di prenotare un viaggio è quello di verificare i nostri documenti personali: controllare la scadenza del passaporto o della carta di identità, prendere informazioni su eventuali visti o autorizzazioni all’ingresso. Chiedete sempre consigli al vostro agente di viaggio, perché saprà guidarvi al meglio. Tutto questo servirà per evitare la corsa contro il tempo in questura, in circoscrizione o nelle ambasciate dove fila e confusione, a volte, sono di casa! Se, invece, abbiamo ricevuto i documenti di viaggio, finalmente, allora la partenza è imminente. Il vostro agente di viaggio avrà già controllato con voi tutta la documentazione ma prima di partire è bene dare sempre un’ultima occhiata a tutto: le carte di imbarco, i voucher di assicurazione, degli hotel e/o dei servizi prenotati e mantenerli sempre in un porta documenti. E, una volta arrivati in hotel, chiuderli in cassaforte!

Sicurezza in casa:

E’ arrivato il giorno della partenza. E l’ultima cosa da fare è controllare la nostra casa. Saremo assenti per un po’ ed è buono seguire alcune piccole indicazioni “salvavita” per evitare situazioni ingestibili da lontano e viaggiare in tutta tranquillità! Controlliamo l‘allarme se lo possediamo, stacchiamo le spine elettriche non necessarie, chiudiamo il gas e l’acqua, le porte e le finestre, controlliamo la scadenza dei cibi conservati e gettiamo l’immondizia. Inseriamo la segreteria telefonica se ce l’abbiamo e via…

E finalmente: Buon Viaggio!

Veruska, per gli amici Veryna. Viaggiatrice, sognatrice, boardgamer, grande lettrice, animatrice ed anche attrice (amatoriale). Ma soprattutto agente di viaggio. Il tempo non mi basta mai per seguire le passioni, ma lo sfrutto al meglio con generosit?, voglia di fare e tanto tanto sorriso.

4 Comments

  1. Very nice post. I just stumbled upon your blog and wished to say
    that I’ve truly enjoyed surfing around your blog posts.
    In any case I’ll be subscribing to your rss feed and
    I hope you write again soon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.