SET CINEMATOGRAFICI: 4 LOCATION PER LASCIARVI ISPIRARE

Viaggiare tra i set cinematografici, alla ricerca delle location che fanno da sfondo a film e serie TV, si sta ormai diffondendo tra i viaggiatori. Si chiama cineturismo e accade quando un film fa viaggiare!

set cinematografici

Siamo fan accaniti di cinema e di numerose serie TV e ci immergiamo completamente nelle loro storie e trame. Condividiamo sui social qualsiasi notizia a loro dedicata e seguiamo i profili delle loro star.

Ma quante volte, guardando le ambientazioni e i luoghi, ci siamo chiesti: “ma dove si trova questo posto?”. E di corsa a cercare in rete quante più informazioni possibili.

Ed ecco che questo continuo cercare si è trasformato in un fenomeno turistico: ricercare i set cinematografici e visitarli! E questo non riguarda solo le grandi produzioni straniere, ma anche quelle italiane!

Vi avevo già portato sui set del Trono di Spade perché questa serie TV ha davvero stravolto la nostra tranquilla vita. E grazie alle sue location, luoghi come il Marocco, la Croazia, l’Irlanda del Nord e l’Islanda hanno visto incrementare il turismo. Così tanto da creare dei veri e propri tour, movie tour, per scoprirne bellezze e curiosità!

Allora perché non lasciarci ispirare dal cineturismo? Se abbiamo ancora indecisioni nello scegliere la nostra meta di viaggio, perché non approfittare delle nostre simpatie per cinema e TV? Ecco allora 4 location da non perdere assolutamente!

Set cinematografici: le location italiane

E inizio dalla nostra Italia che in fatto di luoghi indimenticabili, veri e autentici ha un gran bel dire! E lo sapeva bene Andrea Camilleri che con i suoi romanzi ci ha regalato la Sicilia e Montalbano.

Il Commissario Montalbano è una serie di romanzi polizieschi che vedono protagonista Salvo Montalbano, commissario di polizia della cittadina di Vigata. I nomi di questi luoghi sono frutto di fantasia ma Camilleri sapeva a quali luoghi reali erano ispirati: Vigata è Porto Empedocle, Merfi è Menfi, Montelusa è Ragusa, Marinella è Punta Secca.

Ibla – Ragusa (immagine presa da internet – fonte Dea Kamarina)

RAGUSA e provincia: fulcro delle riprese, dove Piazza del Duomo è il centro storico di Vigata; il municipio di Scicli (20 km da Ragusa) è il commissariato di Vigata; Punta Secca (30 km da Ragusa) è la casa di Montalbano, la
località immaginaria di Marinella; il Castello di Donnafugata (15 km da Ragusa) era invece la casa di un vecchio boss mafioso che Montalbano visita.

A Noto, fuori Ragusa, c’è il carcere di Vigata, all’interno del convento di San Tommaso.

 

L’Italia che non è solo la scelta di registi italiani, ma anche di quelli stranieri. Come Garth Davis che, per il suo film Maria Maddalena (uscito nel 2018), l’ha scelta per ambientare la terra Santa.

set cinematografici
Matera (immagine presa da internet – fonte viaggi.corriere.it)

Girato tra Basilicata, Puglia e Sicilia, il film segue la storia di Maria Maddalena che lascia tutto per seguire Gesù a Gerusalemme

MATERA: è Gerusalemme. Le sue casette bianche sono perfette per ricreare l’atmosfera di quei tempi. Come anche Mel Gibson che la scelse nel 2004 per il suo film Passione di Cristo.

In Puglia, invece, Gravina e Crispiano, sono i dintorni di Gerusalemme e Cana. Piazza del Plebiscito a Napoli è l’ingresso di Gesù a Gerusalemme e Trapani è la Galilea.

Le location internazionali

Ci sono alcuni luoghi del mondo che abbiamo imparato ad amare grazie proprio ai set cinematografici. Pensiamo al Signore degli Anelli e alla Nuova Zelanda, a Sex and the city e a New York, a The Beach e alla Thailandia. Oggi, grazie anche al cineturismo, queste località hanno una nuova grande fonte di reddito.

Ma ecco altre location che lasciano allo spettatore la bocca aperta!

 

Canada (immagine presa da internet – fonte National Parks)

Lo sfondo del Canada e dell’Argentina per il regista Alejandro Gonzàlez Iñárritu e il suo film The Revenant – Redivivo. La storia vera di Hugh Glass che, attaccato da un’orso durante una battuta di caccia, viene lasciato solo tra le foreste ghiacciate del Nord America.

ALBERTA e COLUMBIA BRITANNICA: location principale il Banff National Park con i suoi inverni rigidi ma che crea scenari spettacolari e il lago Spray Lakes Road. Poi la Bow Valley vicino ad Alberta e la riserva indiana Indian Morley reserve, nella British Columbia, dove la valle Squamish è stata usata per la scena con l’orso.

E, con l’arrivo della primavera e con la neve che si scioglieva, le riprese si sono spostate ad Ushuaia e Terra del Fuoco. Altro luogo incredibile e con il giusto scenario.

 

E dalle terre canadesi ci spostiamo in Asia, dove Lost in Transalation viene girato nell’euforica metropoli di Tokyo, in Giappone

 

Tokyo

Qui la storia di una ragazza e un uomo più adulto annoiato dalla vita di attore. I due si conoscono, si confidano, si avvicinano.

TOKYO: quasi tutte le scene si svolgono all’interno dell’HotelPark Hyatt di Tokyo, dove è presente il New York Bar, luogo dove i due protagonisti si incontrano. Non mancano passaggi a Joganji, Kabukicho e al Karaoke Kan di Shibuya dove i due, indossando parrucche colorate, cantano per tutta la notte.

Passaggio anche a Kyoto, la città imperiale.

Cosa ispira voi?

Se la TV e il cinema fanno parte della vostra vita, allora lasciatevi trasportare dai luoghi meravigliosi che questi ci proiettano. E’ uno dei tanti modi per conoscere posti nuovi.

Che l’ispirazione sia con voi, allora!

Veruska, per gli amici Veryna. Viaggiatrice, sognatrice, boardgamer, grande lettrice, animatrice ed anche attrice (amatoriale). Ma soprattutto agente di viaggio. Il tempo non mi basta mai per seguire le passioni, ma lo sfrutto al meglio con generosit?, voglia di fare e tanto tanto sorriso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.